Dopo aver chiuso il mio super valigione e dopo 14 ore circa di volo, gli Stati Uniti d’America mi accolgono in modo caloroso, nonostante la neve e le temperature che sfiorano giornalmente gli zero gradi. Il Jet lag in un primo momento provoca sempre un po’ di problemi, ma giusto il tempo di abituarmi e inizia la mia terza avventura gastronomica con GoSicily negli States!

Il mio viaggio quest’anno è partito da Boston, da FoodRevolution insieme anche alla mia amica Michelle, a Lisa e tante altre persone desiderose di cucinare insieme a me i piatti della tradizione siciliana. Qui abbiamo organizzato due cooking lesson in due giornate differenti: due momenti di confronto e conoscenza con degli ospiti curiosi, attenti e molto simpatici. Molto apprezzata, fra le atre cose, la nostra insalata di arance: un piatto che stupisce per semplicità e al contempo profumo e sapori! E se il buongiorno si vede dal mattino, non posso che essere soddisfatta per come è iniziata questa terza esperienza negli USA!

Da Boston mi sono spostata a Englewood, nello stato del New Jersey, dove ho trovato tanta neve e un bel po’ di freddo! Ovviamente la cosa non ci ha fermati, anzi: con Allison Scola e tutti gli amici di Experience Sicily abbiamo preparato e cucinato diverse portate, ma, soprattutto, mangiando e bevendo del buon vino siciliano ci siamo scaldati e abbiamo trascorso una bellissima serata! Vedere sviluppare la loro manualità nel realizzare la forma tipica delle arancine, realizzare la crema di ricotta per il nostro ricottamisù e soprattutto vedere la gioia negli occhi dei miei commensali mi riempie sempre di gioia e soddisfazione!

Dal New Jersey il viaggio prosegue a New York, inzialmente a Larchmont e al mio arrivo trovo già una bella sorpresa sull’uscio di casa: i miei amici americani hanno messo la bandiera siciliana ben visibile all’esterno della loro abitazione ed è per me una grande emozione essere ricevuta con tanto affetto!

Tra una cooking e un’altra trovo anche il tempo di fare un giro turistico per le vie di New York insieme ad i miei amici Norman e Guy, per poi passare subito dopo ad una nuova cena, a Brooklin!
La componente più bella del mio viaggio è che ogni serata e ogni lezione mi regala sempre aspetti nuovi e la possibilità di approfondire argomenti diversi che riguardano la Sicilia enogastronomica: qui sono stati molto apprezzati i profumi del mio origano e dei pomodori secchi che ho portato con me direttamente dal mercato di Favara, e una mensione speciale merita anche l’olio Val paradiso.
Un aspetto interessante di questa nuova edizione di GoSicily USA, che ha suscitato tanta curiosità e tanto interesse, è legato proprio all’olio extravergine d’oliva: spiegare ai miei ospiti le differenze tra un olio rancido e un buon extravergine permette loro di apprendere tanto e capirne realmente le differenze, e per questo non posso che ringraziare l’azienda Val Paradiso che anche quest’anno ha deciso di sposare il mio progetto.

L’ultima serata newyorkese la trascorro a Manhattan, con Karen e tanti altri commensali, per una cooking class organizzata da La RosaWorks Sicily Tours & Travel all’interno di una enorme e grandissima cucina.
Qui ho avuto il piacere di reincontrare degli amici che erano già venuti a trovarmi in Sicilia, mentre altri nuovi amici che hanno apprezzato la cooking class mi hanno già manifestato il loro interesse e la loro voglia di venire presto in Sicilia per appronfondire ulteriormente la conoscenza della cultura culinaria siciliana ma anche per apprezzare e ammirare i nostri bei siti archeologici, le nostre meravigliose spiagge e tutto ciò che di bello la terra siciliana offre!

Io intanto mi preparo ad affrontare le prossime tappe di questo viaggio americano fantastico: continuate a seguirmi per restare aggiornati su questa bellissima esperienza!

Pin It on Pinterest